polìtica s. f. [femm. sostantivato dell’agg. politico (sottint. arte); cfr. gr. πολιτική (τέχνη)]. – 1. a. La scienza e l’arte di governare, cioè la teoria e la pratica che hanno per oggetto la costituzione, l’organizzazione, l’amministrazione dello stato e la direzione della vita pubblica (Treccani)

Di seguito le strabilianti performances conseguite dai nostri governi/amministrazioni con l'applicazione delle "politiche" di questi ultimi 4/5 decenni:

- giustizia:                        oltre 160° posto nel mondo
- burocrazia:                     23° posto in EU, 78° nel mondo
- libertà di stampa:            43° posto nel mondo
- facilità di fare impresa:     59° posto nel mondo
- accesso al credito:           119° posto nel mondo
- deficit/PIL:                      5°ultimo posto nel mondo
- sicurezza:                       39° posto nel mondo (6°ultimo in EU)
- disoccupazione:               3°ultimo posto in EU
- disoccupazione laureati:   penultima in EU
- velocità rete internet:       ultima in EU
- traffico stradale:              3°ultima in EU

Non ci siamo inventati nulla; i dati sono tratti da fonti ufficiali/riconosciute/autorevoli e sono verificabili consultando i relativi siti:
https://iusletter.com/oggi-sulla-stampa/giustizia-italia-giu-in-classifica
https://www.doingbusiness.org/en/rankings
http://www.cgiamestre.com/wp-content/uploads/2019/07/Burocrazia-statale-in-aumento-20.07.2019.pdf
https://it.wikipedia.org/wiki/Indice_della_libert%C3%A0_di_stampa
https://it.wikipedia.org/wiki/Stati_per_debito_pubblico
https://www.okpedia.it/rapporto_debito_pubblico_pil_in_italia
https://it.wikipedia.org/wiki/Global_Peace_Index
https://www.labparlamento.it/thinknet/dati-eurostat-disoccupazione-ai-minimi-dal-luglio-2008
https://www.ilsole24ore.com/art/eurostat-italia-solo-598percento-laureati-e-occupato-tre-anni-titolo-penultimi-ue-ACtnnYz
https://www.mobileworld.it/2019/05/29/le-connessioni-piu-veloci-europa-litalia-fanalino-coda-foto-217486
https://ec.europa.eu/transport/facts-fundings/scoreboard/compare/energy-union-innovation/road-congestion_en

Per non parlare della “burocrazia/fisco”: il sistema fiscale italiano impone un modello dichiarazione dei redditi di "sole" 18pag. e un calendario fiscale mensile di "sole" 38pag.!!!  download calendario fiscale

Quindi, a fronte di queste “performances”, pensate Voi che quello che esprime la classe dirigente di questo paese si possa definire “politica”?

Inoltre, i danni collaterali di questa realtà, come quasi ogni cittadino italiano sa bene, si traducono in enormi danni economici per il paese:
- sprechi/sperperi/corruzione: 200 Miliardi di €/anno
- evasione fiscale: 110 Miliardi di €/anno
- economia sommersa/illegale: 210 Miliardi di €/anno
un importo complessivo che rappresenta circa il 25% del PIL!!!

Per non parlare dei vari costi amministrativi; p.es.: provate ad informarvi sui costi (e tempi) per un passaggio di proprietà di un’auto nei vari Paesi EU…………
o magari fate anche una comparazione del costo dei carburanti….no comment……..

Dati consultabili nei siti di organi ufficiali/istituzionali/riconosciuti:

https://www.cgiamestre.com/gli-sprechi-sono-il-doppio-dellevasione/

https://www.transparency.it/informati/news/indice-di-percezione-della-corruzione-2019-l-italia-sale-al-51-posto-nel-mondo

https://www.istat.it/it/files/2019/10/Economia-non-osservata-nei-conti-nazionali-2017.pdf

Questi dati sono la fotografia del sistema e cartina di tornasole del funzionamento dell’apparato statale di cui i cittadini e il settore privato sono vittima, ostaggio e “sponsor”; e senza addentrarsi troppo nei dettagli di temi scabrosi come:
- sanità
- istruzione
- mondo del lavoro
- pensioni
- politiche sociali e industriali
- scarsa valorizzazione del patrimonio culturale e turistico
- investimenti ricerca e sviluppo insufficienti
- aree del paese e business in mano alla malavita organizzata

E’ sufficiente percorrere le nostre strade, rivolgersi presso qualche sportello dell’amministrazione, utilizzare qualche servizio pubblico, per rendersene conto: anche gli “ottimisti a oltranza del “bicchiere ½ pieno” si rassegnano all’evidenza.

Gli organi di (dis)informazione cercano in tutti i modi di nascondere la realtà ma è evidente il sempre più crescente e diffuso disagio dei cittadini nei confronti del potere e delle “cosiddette” istituzioni e autorità.

La nostra “cara” (nel senso di costosa) politica ha in pratica generato un sistema con un cuneo fiscale svedese e un welfare da Burkina Faso…….

ITALIANE/ITALIANI, come possiamo sopportare e accettare questa vergognosa, incoerente e inaccettabile situazione?


 

OggiOggi171
IeriIeri228
Questa settimanaQuesta settimana1230
Questo meseQuesto mese2996
Dall'inizioDall'inizio51606
Ecco il codice QR che rimanda a questa pagina web.
Qr Code